Categories

INTERVISTA AI DOCENTI: Emilio Corteselli

http://emiliocorteselli.it/; https://www.facebook.com/emilio.corteselli;

D. ci può raccontare come è nata la passione per questo settore

La passione per l’insegnamento e’ tipica degli intellettuali cattolici che hanno l’ambizione di formare, non solo tecnicamente gli allievi, ma anche di formare le loro coscienze critiche. Da questo punto di vista il mio modello resta Don Lorenzo Milani che aveva perfettamente compreso che le classi subalterne (alle quali da cattolico di sinistra guardo con simpatia), per potersi riscattare socialmente avevano bisogno non solo di formazione tecnica (come erroneamente sostenuto dalla Montessori), ma anche e soprattutto di formazione linguistica. In effetti, la borghesia dominante, di cui mi onoro di non far parte, gestisce il potere per mezzo del linguaggio. Quello che più’ mi ritrattista, e’ che le classi dominati romane, vengono allevate nelle scuole cattoliche;

D. perché scegliere il suo corso

I corsi da me tenuti si basano non solo su una conoscenza tecnica dei fenomeni economico-giuridico-sociali, ma anche e soprattutto da una forte passione per la pedagogia e per la didattica. Penso e spero di poter essere identificato come un “formatore vocazionale”;

D. Un consiglio per i futuri allievi che vogliono iscriversi

Il consiglio che do a tutti i miei allievi e studiare in modo sistemico su carta e dunque spegnere il televisore per leggere libri, riviste e giornali ovvero disconnettersi. In effetti, la capacita’ linguistica nasce dallo studio sui libri che e’ uno studio attivo che sviluppa capacita’ cognitiva. Gli altri mass-media, rischiano di “atrofizzare” la nostra capacita’ critica posto che si tratta di notizie già’ metabolizzate da coloro che ce le propongono e che quindi noi ascoltiamo passivamente;

D. Mi parli di un Suo progetto realizzato

Insegnando da 25 anni, posso parlare di decine e decine di corsi tenuti nelle più’ svariate discipline economico- giuridico- sociali. Vorrei tuttavia visitare il corso che recentemente ho tenuto presso FORMART per funzioni di segreteria. Credo di avere insegnato le materie facendo capire che il sapere tecnico non può’ essere disgiunto da quello umanistico.

Comments

comments

TOP